FOR, la rivista di AIF: la nuova linea editoriale

FOR, la rivista di AIF: la nuova linea editoriale

FOR è la Rivista per la formazione, trimestrale dell’Associazione Italiana Formatori, che propone tendenze, pratiche, strumenti per la formazione.

FOR si pone come luogo di incontro di idee, valori, teorie, strumenti e pratiche, raccogliendo contributi scientifici e epistemologici da parte di chi ha contribuito nei trenta anni della rivista e individuando nuove “pennini e compassi” che aiutino a scandagliare il nuovo e l’ignoto.

In continuità con le finalità dell’associazione, l’obiettivo di FOR è mettere in rete le idee e le intelligenze, al fine di sviluppare una capacità di visioning in cui contrapporre e far dialogare termini quali: reti e gerarchie, condivisione e separazione, ibridazione e isolamento, conflittualità e cooperazione.

In una programmazione che vede come orizzonte temporale il prossimo triennio For si colloca come rivista di riflessione e aggiornamento in cui si contribuisce a ridare valore e senso alla formazione.

 

FOR si articola nelle seguenti rubriche…

Il nuovo timone della rivista esprime il modo di essere e pensare l’associazione tramite una griglia di contenuti articolati in sezioni e rubriche.

Focus, la prima sezione, propone al lettore, come nella tradizione della rivista, l’approfondimento di un tema analizzato da diverse angolazioni in modo da poter dare una lettura articolata.

Ologrammi è la sezione successiva: una rappresentazione tridimensionale delle visioni, delle tendenze, delle idee sulla formazione. In Ologrammi sarà possibile trovare articoli che rappresentano un modello di pensiero e di informazione sulla formazione. Ologrammi della formazione perché ogni articolo rappresenta il “tutto” e fa riferimento ad un ordine implicito comune.

In Le formazioni in-visibili si rifletterà su metodi, strumenti, pratiche ed esperienze con una duplice finalità: raccontare il visibile, il noto, il conosciuto e scoprire l’invisibile, il nuovo, l’inesplorato. Verranno, quindi, proposti timoni ed ancore e indagati fatti e artefatti, guardando anche a come progettare aule post-moderne, collage di nuove direzioni, ambienti, palestre. Come nelle “Città invisibili” di Italo Calvino si offrirà ai lettori di For la possibilità di creare un percorso personale attingendo ad un ampio e variegato ventaglio di metodi, strumenti, pratiche, esperienze.

Singolare plurale è l’ultima sezione di FOR in cui si darà voce ai singoli e alle organizzazioni, valorizzando le eccellenze del nostro Paese e dei singoli territori in vari settori: grandi, medie e piccole imprese, pubblica amministrazione, sanità, università, scuola, non profit. Inoltre, si affronteranno temi quali i finanziamenti alla formazione, l’apprendimento inter-generazionale, la certificazione e qualificazione della professione. Infine, si darà spazio agli orizzonti internazionali per guardare oltre i confini nazionali e individuare approcci, metodi ed esperienze di altri paesi e di differenti culture.

For oggi si presenta ai lettori con l’auspicio di poter offrire un servizio di qualità e con la consapevolezza di investire energie diffuse. La passione nel nostro lavoro sostiene ogni rubrica, che ha l’obiettivo di svolgere una funzione di scouting in modo da valorizzare e far esprimere settori, territori, organizzazioni, individui.

La sfida che abbiamo davanti è “immaginare il possibile”: trovare un’alternativa reale al modo scontato di fare formazione per ridare centralità ai processi di apprendimento.